Grandine e pannelli fotovoltaici

Come proteggere i pannelli dai danni della grandine e quali precauzioni prendere per il 2024

Nel 2023, l’Italia ha subito una serie di devastanti tempeste di grandine, che hanno causato danni significativi non solo alle abitazioni ma anche agli impianti tecnologici, in particolare agli impianti fotovoltaici situati nelle regioni settentrionali del paese. Solo in Veneto, il 30% dei pannelli su copertura pare sia stato colpito e danneggiato dalla grandine. Sono stati soprattutto gli impianti su tetto ad avere la peggio, perché i sistemi fotovoltaici a terra, grazie alla diversa inclinazione dei moduli rispetto ai pannelli su copertura, hanno resistito meglio agli urti.

Questi eventi meteorologici estremi hanno rivelato una vulnerabilità nei pannelli fotovoltaici, soprattutto nei loro componenti. Ad esempio, a settembre 2023, Hile ha contato ben 49 preventivi su impianti di taglia residenziale e commerciale, sia realizzati da noi che da operatori terzi.

Nonostante i progressi nella tecnologia e nella resistenza dei moduli fotovoltaici alle condizioni climatiche e agli agenti atmosferici, le grandinate con chicchi superiori a 8 cm di diametro hanno causato danni considerevoli, mettendo in serio pericolo gli impianti fotovoltaici.

Le conseguenze di questi danni possono dunque comportare la perdita di investimenti significativi, specialmente quando gli impianti non sono adeguatamente coperti da polizze assicurative contro eventi meteorologici estremi. In questo articolo, esploreremo i rischi legati ai danni agli impianti fotovoltaici a causa della grandine e le soluzioni per proteggerli, tenendo conto del cambiamento climatico che molto probabilmente ci metterà di fronte a nuove sfide.

Impianto fotovoltaico danneggiato dalla grandine: tutti i rischi

L’importanza degli impianti fotovoltaici come fonte di energia rinnovabile è ormai indiscutibile. Tuttavia, le tempeste di grandine rappresentano una minaccia concreta per questi sistemi. Durante le grandinate, i pannelli fotovoltaici sono esposti a gravi rischi, tra cui:

  1. Rottura dei moduli solari: I chicchi di grandine con diametri superiori a 8 cm possono causare la rottura dei moduli solari, danneggiando le celle fotovoltaiche e riducendo l’efficienza dell’impianto. Su tanti degli impianti danneggiati su cui abbiamo lavorato anche in Hile si erano creati dei buchi nel modulo fotovoltaico, il che richiede ovviamente un intervento tempestivo.
  2. Danni agli inverter: Gli inverter, situati spesso all’esterno, sono vulnerabili ai danni causati dalla grandine. Questi componenti critici convertono l’energia solare in energia utilizzabile e possono essere costosi da sostituire.
  3. Pericolo di incendio: La grandine può compromettere l’integrità dei pannelli fotovoltaici, creando il rischio di cortocircuiti e incendi, che a loro volta potrebbero danneggiare ulteriormente l’impianto o addirittura mettere in pericolo la sicurezza.
  4. Danni alla copertura: I tetti che ospitano gli impianti possono subire danni strutturali, portando alla necessità di costose riparazioni o sostituzioni.

Tuttavia, va notato che i danni ai moduli fotovoltaici provocati dalla grandine non sono sempre visibili a occhio nudo. Anche se un modulo sembra intatto dall’esterno, la grandine potrebbe aver danneggiato le celle fotovoltaiche.

Questi danni possono ridurre l’efficienza del modulo e, di conseguenza, influire sulla produzione di energia.

Quindi, per rilevare danni nascosti, è fondamentale effettuare termografie regolari dei moduli fotovoltaici. La termografia permette di identificare rapidamente le anomalie nella temperatura dei moduli, rivelando potenziali problemi nelle celle solari. Inoltre, l’installazione di un sistema di monitoraggio è essenziale. Questo sistema può rilevare tempestivamente eventuali cali nella produzione di energia o malfunzionamenti dell’impianto, consentendo di intervenire prontamente per riparare i danni.

Pannelli fotovoltaici danneggiati: gli interventi di riparazione di Hile

Nelle regioni più colpite dalle intense grandinate, molti impianti fotovoltaici hanno riportato danni. Questi danni possono variare dalla rottura parziale dei moduli al danneggiamento totale, richiedendo interventi specifici per ripristinare l’efficienza dell’impianto. Ecco alcuni degli interventi di ripristino e riparazione svolti da Hile.

Sostituzione parziale dei moduli fotovoltaici

Nel caso in cui i moduli fotovoltaici abbiano subito danni limitati, è possibile procedere con la sostituzione parziale dei moduli danneggiati. Questa soluzione può essere conveniente anche quando si tratta di modelli di moduli che venivano realizzati fino a 3 o 4 anni fa, che ad oggi però possono risultare difficilmente reperibili sul mercato. Infatti, in Hile siamo riusciti ad acquistare in tempi brevi 5 container di moduli con caratteristiche tecniche, elettriche e meccaniche difficili da reperire oggi, per rispondere ai clienti in tempi brevi.

Tuttavia, è essenziale valutare attentamente le differenze di prestazioni tra i moduli vecchi e quelli nuovi, poiché potrebbero esserci discrepanze di potenza e corrente che richiedono l’adeguamento del sistema.

In tanti dei casi Hile, a seguito di un’analisi termografica eseguita dal nostro team, solo una parte dei moduli fotovoltaici risultavano danneggiati. Quindi l’intervento consigliato ai nostri clienti è stato quello di una sostituzione parziale. Qui l’esempio di un impianto di nuova generazione, da 155,20 kWp su cui siamo intervenuti. Da un numero totale di 388 moduli, solamente 22 erano danneggiati il che ci ha permesso un intervento tempestivo per ripristinare le funzionalità dell’impianto.

Impianto FV da 155,20 kWp

Sostituzione totale dei moduli e revamping

Se l’impianto ha subito un danno importante, allora la sostituzione totale dei moduli fotovoltaici è la soluzione consigliata. È anche il caso di un nostro cliente in provincia di Venezia, in possesso di un impianto fotovoltaico da 18,9 KW di potenza e dotato di 210 moduli, da cui 204 risultavano danneggiati. L’intervento consigliato da Hile: revamping completo con moduli di nuova generazione e sostituzione inverter.

Impianto FV da 18,9 kWp

Repowering dell’impianto fotovoltaico

Il repowering si riferisce a interventi di sostituzione di componenti vecchi o inefficienti con componenti con prestazioni energetiche superiori, e all’aumento di potenza dell’impianto stesso. Tuttavia, il repowering va valutato attentamente, specialmente se l’impianto gode ancora di incentivi come il conto energia, poiché potrebbe influire sulla conformità agli incentivi.

Come proteggere i pannelli fotovoltaici dalla grandine

Per proteggere al meglio i vostri pannelli fotovoltaici dalla grandine, ecco alcune precauzioni da prendere:

Assicurazione adeguata: Verificate se la vostra polizza assicurativa copre i danni causati dalla grandine e dagli eventi meteorologici estremi. Se non siete adeguatamente coperti, considerate l’opzione di un’assicurazione specifica per il vostro impianto fotovoltaico.

Installare pannelli di qualità: Acquistate moduli fotovoltaici di alta qualità con certificazione superiore a quella normativa se vivete in zone a rischio di grandine. In effetti, i produttori di moduli fotovoltaici  stanno sviluppando pannelli con una resistenza elevata alla grandine, che vedremo sul mercato a partire dal 2024.

Manutenzione Regolare: Effettuate manutenzioni programmate e ispezioni per garantire che l’impianto sia in ottime condizioni e che eventuali danni siano rilevati e riparati tempestivamente.

Affidarsi a moduli fotovoltaici resistenti è fondamentale, ma anche adottare misure preventive e monitorare costantemente l’efficienza dell’impianto può contribuire a evitare perdite significative. La protezione degli impianti fotovoltaici dalla grandine è essenziale per garantire la continuità dell’energia solare.

La miglior via per garantire che il vostro impianto fotovoltaico sia sempre funzionante, sicuro e performante è quella di garantirgli assistenza periodica con controlli tecnici regolari.

Se noti una perdita di produzione del tuo impianto, ti consigliamo di chiedere al tuo fornitore di intervenire tempestivamente. Se vorrai controllare le prestazioni dell’impianto fotovoltaico assieme al team di Hile, contattaci. Ti risponderemo il prima possibile.