Prezzi dei moduli fotovoltaici in calo: un’opportunità per le aziende

Quanto incide il costo dei pannelli fotovoltaici sul prezzo totale di un impianto fotovoltaico aziendale?

Nel contesto attuale, in cui i prezzi dei moduli fotovoltaici importati in Europa sono in ribasso, l’installazione di un impianto fotovoltaico aziendale diventa una scelta strategica e lungimirante. Tuttavia, alcune domande possono sorgere: vale davvero la pena investire adesso in un impianto fotovoltaico, considerando che il costo dell’energia elettrica è più basso rispetto all’anno scorso? Quale impatto ha il prezzo dei moduli sul costo complessivo di un impianto fotovoltaico?

Per capire meglio, esaminiamo le componenti che costituiscono il preventivo di un impianto fotovoltaico.

Quali sono gli elementi costitutivi di un impianto fotovoltaico?

Come visto in un precedente articolo, non tutti gli impianti sono uguali. Però le voci dei materiali che un’azienda si deve aspettare nel preventivo fotovoltaico sono più o meno le stesse:

  • Moduli fotovoltaici. La scelta del tipo di moduli e il loro numero sono influenzati dalla quantità di energia richiesta dall’azienda, dalla superficie disponibile per l’installazione, dalla tipologia del tetto e dall’orientamento, elementi consigliati dall’azienda installatrice.
  • Struttura di ancoraggio per i moduli fotovoltaici. La struttura dipende dalla tipologia del tetto e richiede una valutazione specifica. Se il tetto deve essere sostituito o richiede una bonifica dell’amianto, le attività influiranno sul costo complessivo dell’impianto.
  • Inverter di potenza adeguata. Un inverter adeguato è essenziale per garantire un funzionamento efficiente dell’impianto.
  • Linea vita, obbligatoria per lavori oltre i 2 metri di altezza rispetto a un piano stabile.
  • Impianti elettrici in corrente continua e corrente alternata.
  • Eventuale sistema di accumulo, dove necessario e richiesto.
  • Sistema di monitoraggio, fondamentale per tenere sotto controllo le prestazioni dell’impianto fotovoltaico.

Perché i prezzi degli impianti fotovoltaici sono in calo?

Per quanto riguarda la componentistica, il mercato dei moduli fotovoltaici sta tornando ai prezzi di circa due anni fa. Ma cosa sta cambiando?

Dopo l’emergenza pandemica, e la ripresa economica, il mercato di alcune materie prime per la produzione dei moduli fotovoltaici, tra cui l’alluminio, rame e soprattutto il silicio ha visto un incremento della domanda, per cui anche una difficoltà e una scarsità nella fornitura del materiale e di conseguenza anche un aumento dei prezzi. Con l’aumento della domanda e dei prezzi le aziende hanno corso per rispondere alle richieste del mercato accumulando nei magazzini una grande capacità produttiva stock che nel frattempo è diventata più che sufficiente per rispondere alla domanda del mercato. È così che il costo del pannello fotovoltaico oggi è diminuito e nel complesso anche il costo dell’impianto fotovoltaico.

Naturalmente, non tutti i moduli fotovoltaici hanno registrato una diminuzione dei prezzi uniforme, ma al giorno d’oggi è più probabile risparmiare nell’installazione di un impianto fotovoltaico. È importante notare che il costo del modulo fotovoltaico continua a essere principalmente influenzato dal tipo di tecnologia e dalla sua efficienza.

Ma quali sono i potenziali risparmi offerti dai moduli fotovoltaici a costo inferiore? Quanto si risparmia con il fotovoltaico installandolo ora? Facciamo un esempio. Rispetto a nove mesi fa, nell’ambito di un impianto su lamiera grecata, è possibile risparmiare in modo significativo sul costo totale dell’impianto, nell’ordine del 20%, pur utilizzando moduli della stessa potenza. Questo rende il passaggio alle energie rinnovabili ancora più conveniente e allettante per le imprese italiane.

Se il costo dell’energia elettrica è più basso rispetto all’anno scorso, conviene ancora investire nel fotovoltaico?

Le ragioni per cui le aziende investono in un impianto fotovoltaico sono molteplici. Alcune desiderano risparmiare sui costi energetici, altre sono impegnate in investimenti sostenibili, sia dal punto di vista economico che ambientale. Alcune aziende considerano sempre più importante collaborare con fornitori sensibili alle tematiche ambientali. Inoltre, vi sono imprenditori che investono nell’energia solare perché credono fermamente nell’effetto positivo che la loro azienda può avere nel contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2. In quest’ultimo caso, l’investimento si estende oltre le energie rinnovabili, coinvolgendo anche modifiche strutturali nell’intera catena produttiva.

Analizzando i costi dell’energia elettrica, è innegabile che il Prezzo Unico Nazionale (PUN) per kWh abbia subito una drastica diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, passando da 0,429 Euro/kWh a settembre 2022 a 0,115 Euro/kWh a settembre 2023. Tuttavia, è importante sottolineare che a settembre 2020 il PUN si attestava a soli 0,049 Euro/kWh. Questo significa che in appena due anni il costo è più che raddoppiato, evidenziando la volatilità del mercato energetico.

Le attuali sfide globali, come la guerra in Ucraina e la persistente dipendenza dalle fonti fossili, mantengono una stretta correlazione tra il nostro approvvigionamento energetico e la domanda e l’offerta di gas. Inoltre, l’Unione Europea ha definito ambiziosi obiettivi climatici, con l’obiettivo di aumentare la quota di energie rinnovabili nel consumo finale di energia dal 32% al 42,5% entro il 2030, con l’obiettivo finale del 45%. Questo impegno si tradurrà in una maggiore spinta verso le fonti di energia sostenibile.

Inoltre, c’è una buona notizia: sono in corso procedure per semplificare l’approvazione di nuovi impianti e il rinnovamento di quelli esistenti, superando uno dei principali ostacoli all’adozione delle energie rinnovabili in Italia. Questi cambiamenti indicano chiaramente che il momento per investire in un impianto fotovoltaico rimane vantaggioso e si allinea con gli obiettivi di sostenibilità energetica a livello nazionale ed europeo.

In conclusione, l’installazione di un impianto fotovoltaico rappresenta ancora oggi una scelta vincente per le aziende, in quanto coniuga il risparmio economico, la sostenibilità ambientale e la stabilità energetica. A differenza dei combustibili fossili, soggetti a fluttuazioni di prezzo, l’energia solare offre alle aziende una visione chiara sui consumi, i risparmi e i guadagni a lungo termine. Ciò consente alle aziende di pianificare con precisione i propri budget energetici e di mitigare l’impatto delle variazioni dei prezzi del gas e del petrolio sull’operatività aziendale. Il momento per abbracciare questa soluzione è più che propizio, con benefici a lungo termine che risultano inequivocabili.

Se vuoi un impianto fotovoltaico per la tua azienda, scrivici. Compila il form, ti contatteremo al più presto.